Nel caso di soggetti in stato vegetativo/minima coscienza, si richiamano e confermano gli indirizzi e le indicazioni contenute nel DCA 21/2015.
L’accesso in SUAP avviene sulla base di un progetto assistenziale individuale (P.A.I.) formulato dalla Unità di Valutazione Multidimensionale territoriale attivata dall’ASL di residenza, in raccordo con il responsabile della struttura che accoglie. ll paziente può accedere a questo livello assistenziale da:

  • Reparto ospedaliero
  • Strutture residenziali territoriali
  • Cure domiciliari
  • Altro.

Nel caso di dimissione da reparto ospedaliero o altra struttura residenziale extraospedaliera territoriale, responsabile clinico del caso della struttura che dimette:

  • Convoca la famiglia per condividere l’eventuale accesso in SUAP, e l’avvio della procedura di collocamento;
  • Invia, non meno di 10 giorni prima del previsto accesso in SUAP, al Direttore del distretto di residenza del paziente, che attiva contestualmente la P.U.A. in accordo con la famiglia:
  • la richiesta di ammissione in SUAP;
  • la relazione contenente la diagnosi, il consenso dei familiari, l’indicazione di ausiliprotesi,
  • trattamenti farmacologici e terapeutici;
  • il progetto riabilitativo individuale.

La medesima segnalazione/richiesta di accesso è inviata dal direttore di distretto/PUA al MMG/PLS attraverso e-mail o posta certificata. La fornitura dei farmaci per il primo ciclo di terapia dopo la dimissione (almeno per una settimana) deve essere effettuata presso la Farmacia della struttura o dalla Farmacia territoriale del distretto sul quale incide la struttura extraospedaliera che dimette.

  • Il direttore del distretto di residenza del paziente e/o suo delegato che riceve la richiesta di ammissione:
  • individua la struttura SUAP prevedendo il coinvolgimento della famiglia/tutore e ne richiede la disponibilità, attraverso il Direttore del Distretto sul quale insiste la struttura individuata; quest’ultimo, entro 24 ore dalla ricezione della richiesta deve fornire riscontro;
  • comunica alla P.U.A., attiva e convoca l’U.V.I., secondo le indicazioni previste dalla delibera di giunta regionale 41/2011, prevedendo la partecipazione del direttore e/o suo delegato della U.O. della struttura che accoglie, per condividere gli obiettivi del piano terapeutico e che in fase successiva può contribuire all’elaborazione e monitoraggio del piano esecutivo.

Orari di accesso
I pazienti che devono essere presi in carico dovranno pervenire in struttura per la presa in carico dell’equipe multidisciplinare dalle ore 9:00 alle ore 12:00. Il paziente verrà accettato prima amministrativamente e successivamente accompagnato presso l’UO dove verrà preso in carico dall’equipe medica ed infermieristica.

Costi di partecipazione
Interamente a carico del SSN secondo le tabelle previste dal DCA 79/2017

Richiesta documentazione sanitaria
Il paziente dopo la dimissione potrà fare richiesta di copia della cartella clinica presso il banco dell’accettazione. Al paziente verrà consegnata ricevuta attestante il pagamento della copia conforme della cartella clinica che potrà essere ritirata fino al 60esimo giorno dalla data presunta di consegna. La cartella verrà consegnata entro il 20esimo giorno dalla richiesta. Il costo di tale servizio è di €20,00 Iva compresa.