• 01-musicoterapia
  • 02-musicoterapia
  • 03-musicoterapia
  • 04-musicoterapia
  • 05-musicoterapia
  • 06-musicoterapia

La Musicoterapia è una tecnica che utilizza il suono come canale di comunicazione per entrare in empatia con il paziente, attraverso la quale si stimola lo stato emotivo-relazionale-affettivo del paziente stesso.

Essa può essere applicata a qualsiasi patologia soprattutto con pazienti affetti da Autismo, Sindrome di Down, Disturbi del Comportamento, Disturbi della Relazione, Morbo di Parkinson, etc.

Dal 2010 presso la "Casa di Cura S. Maria del Pozzo” ,con terapisti in possesso di specifico Diploma triennale ISFOM , applica questa metodica ottenendo dei risultati incoraggianti in tante patologie; infatti la musica è anche un mezzo alternativo per interagire col paziente che partecipa con entusiasmo a questo tipo di setting, con strumenti specifici, raggiungendo benefici psico-fisici in diverse patologie e fasce di età.

Studi sempre più numerosi e recenti hanno confermato che questo canale di comunicazione alternativa risulta efficace anche per i soggetti in coma (reversibile): spesso infatti, attraverso i social, sono state diffuse notizie di pazienti che si sono risvegliati ascoltando la propria canzone o musica preferita.

Per gli stessi familiari risulta essere una delle risorse più importanti per comunicare con loro, i suoni, la musica sono fonti di stimoli per il cervello rendendolo attivo.

Attraverso la conoscenza dell’identità sonora del paziente si cerca quindi di “contattarlo” facendogli ascoltare quei brani più significativi per lui, per far sì che attraverso l’ascolto si possa attivare un contatto emotivo ed avviare un altro canale di stimolazione.

Tutto ciò in virtù del fatto che ogni suono presente nel nostro cervello, viene immagazzinato insieme a dei vissuti emotivi o comunque può essere collegato ad essi, vissuti emotivi che possono contenere ricordi di canzoni, odori, immagini e così via.

Questo nostro bagaglio di vibrazioni, suoni, rumori, canti, etc. fa parte della nostra esperienza di ascolto e in questi casi si comprende come la Musica arrivi nell’animo di queste persone.

E’ importante che il paziente si senta accolto, abbracciato da tutto ciò che lo circonda, soprattutto dal calore dell’armonia dei suoni che lo aiutano a vivere.

Lavorare con loro è un'esperienza da non perdere e da non sottovalutare, ma per la quale occorre avere una formazione specifica e qualificante.